Archivi per dicembre 2006

Alfabetico

20 dicembre 2006

Adesso scrivo proprio un
Bel post, di quelli che
Certamente vi piaceranno.
Di quelli che,
E ne sono sicuro,
Faranno 3000 commenti.
Già, 3000,
Ho detto per caso una
Idiozia? Per la prossima riga, gioco il
Jolly, perchè è difficile e mi manda
KO… vi pare facile scrivere un post con
Le lettere in fila?
Macchè…
Non si riesce a
Organizzare un discorso, ti
Pare di essere diventato scemo più di
Quanto tu non sia già…eheh
Rido già da adesso ad immaginare lo
Sconcerto dei lettori che si
Trovano qui per caso…
Uno entra e
Vede uno scempio del genere:
Wow! penserà… in che
XXXXX di blog sono capitato? Poi, sbadiglia:
Yawn…e se ne va, a fare Blog-
Zapping…  ciao! lettore passeggero!

Fidati!

13 dicembre 2006

Non sopporto non sopporto e non sopporto chi dice: “fìdati!”. Ma fidati di che? e perchè poi?

Quel fìdati trasforma in paternalistica predica un intero discorso, ti mette nella condizione di chi non sa un cacchio, di chi “poveretto ora gl’insegno tutto io”… è un modo di dire a mio avviso allucinante. E’ una specie di evidenziatore della banalità, una conclusione che sa di ovvio e di vuoto, oh insomma io proprio non lo reggo.

 

Eppure in parecchi lo usano…mi viene in mente qualche tempo fa, ad esempio, conobbi un tipo ed al primo appuntamento cominciammo a parlare “che fai nella vita” “che ti piace fare” ecc… e insomma a lui piace viaggiare e
sei mai stato a Parigi?” -no-
sei mai stato a Londra?” -no-
son belle, fidati!”

ed io già toglievo 2000 punti…poi vabbè lui riparte all’attacco
sei mai stato a Venezia?” -no-
sei mai stato a…” - guarda che io non viaggio non ho soldi lo so bene che queste città sono splendide… e lui, ottuso:
beh fai male, l’Italia è bella, fidati!”

 

Ora si capisce che mai più ho voluto rivederlo. Come si fa a dire: “l’Italia è bella, fidati?”.  Mi sembra una frase così imbecille da dirsi che al confronto “complimenti per la trasmissione” è innovativa come i brufoli che spuntano al mattino. Poi ci sono tanti altri esempi…uno più banale dell’altro, da mozzare il fiato… non so:
perchè non esci mai?” - perchè sono un tipo solitario -  ”avere amici è bello, fidati!” -
oppure anche  “hai visto il film x?” - no volevo vedere y - “vai a vedere x, fidati!”.

 

Mi incazzo da solo se penso a questi dialoghi. Meglio chiudere il post

in settenari

6 dicembre 2006

Mi diverte molto comporre canzonette in settenari, in questo caso sono 2 strofe di 3 quartine.
Nella prima quartina i settenari sono piani e a rima alterna; nella seconda i due piani rimano, c’è uno sdrucciolo ed uno tronco, che rima col corrispondente della seconda strofa; nella terza quartina pure, ma i versi piani sono il 2-3 anzichè 1-3. Congedo in 2 endecasillabi in rima.

Vale la pena precisare che la canzonetta è di mia composizione e non l’ho copiata neanche per una sillaba. Anche se può essere di scarsissimo valore è comunque un mio componimento per cui a me piace pubblicarla nel blog. Si accettano commenti in settenari.

     La morbida fanciulla
sorrise al canarino,
dormivan nel culla
un gatto ed un bambino.
Aprendo la gabbietta
le gialle ali uscirono
la dolce giovinetta
radiosa sospirò:
“Va via per l’aria limpida,
il giorno sta svanendo
allegra io ti rendo
la giusta libertà!”

Ma poi si svegliò il gatto
alle urla del piccino
fulmineo nello scatto
insegue l’uccellino.
La giovin disperata
temendo pel volatile
in volto conturbata
al micio così urlò:
“Se tu l’ammazzi, sappilo,
gattaccio traditore,
uccidi in me l’amore
e la felicità!”

L’agile gatto, il giallo pennuto:
a voi stabilire che cos’è accaduto!

Bad Behavior has blocked 69 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok