Il post che scrivo per mio puro diletto e che non vuole dimostrare NIENTE*

19 gennaio 2009

Cresce l’erba sul pavimento. L’edera ricopre le pareti e nell’angolo fioriscono i cardi e ronzano gli insetti. La luce è calda e piena di polvere, ci sono i suoni della primavera e cammino nudo per casa: devo chiudere le finestre.

C’è questo ragazzo che mi guarda negli occhi.

Sbocciano le margherite. Le felci si piegano sotto l’umidità e nell’angolo una luce blu, fredda e violenta. Piove dal rubinetto, ho i piedi sporchi di fango e cammino nudo per casa: devo aprire la porta. Il corridoio è infestato dalla gramigna, ma ora le piastrelle splendono. Ho male alle gambe, non riesco a correre più forte.

C’è questo ragazzo che mi guarda negli occhi, ma io non riesco a correre più forte.

*attenzione: la battuta “cos’hai mangiato ieri sera?” è stata già pensata e NON FA RIDERE

Tags:

4 Commenti a “Il post che scrivo per mio puro diletto e che non vuole dimostrare NIENTE*”

  1. marco Scrive:

    a me è piaciuto leggerlo

  2. Ra Scrive:

    Chiudere le finestre, aprire la porta… può darsi che il riassunto sia in queste due cose, oppure negli occhi che ti osservavano. O in entrambi.

  3. adamo Scrive:

    chissà, il bello dei sogni è che a volte sono veramente indecifrabili. non era un brutto sogno, anzi io l’ho sognato molto più colorato ed intenso di quanto sia riuscito a raccontare!

  4. Davide Scrive:

    Vi invidio tutti, voi che avete il talento per la scrittura!
    Bravo.Bravo.

Lascia un Commento

Bad Behavior has blocked 51 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok