il post dedicato a blazar

6 settembre 2010

Blazar è morto quasi due anni fa.

Io ero amico suo e lui era amico mio anche se non ci siamo mai incontrati, ma che c’entra, non c’entra niente. Chattavamo spesso e di cose sceme e ridicole, altre volte di cose tristi, che la sua malattia non gli dava altra possibilità che parlare di quello.

A lui piacevano i culi delle ragazze, il judo, il cinema, il tumblr. Si divertiva molto col tumblr e così per qualche ora al giorno si distraeva. Io di judo non ci capivo niente ma mi fece vedere i filmini suoi quando faceva l’istruttore. Aveva l’amarezza che sapeva che mai più avrebbe potuto fare judo. Di culi manco capivo niente ma lo stavo a sentire volentieri. Lui sapeva bene che non avrebbe mai più potuto fare l’amore.

A un certo punto poi non si vide più online. Non me ne accorsi neanche, fu Dario che mi disse ma sai cosa è successo a Michele? Così mi attivai e riuscii a parlare con la mamma, seppi che era agli sgoccioli e non voleva sentire nessun amico, quelli che conosceva veramente figuriamoci quelli che ci chattava solo. Penso che fosse perché non voleva sentirsi dire addio.

Gli ultimi giorni chiedeva di morire perché i dolori erano insostenibili, arrivò a Natale e un paio di giorni dopo finì lì. Io a lui ogni tanto ci penso. Ci penso perché è ingiusto che noi uomini abbiamo una memoria così deficiente, che ci scordiamo di chi non vediamo davanti agli occhi dopo manco un paio di mesi. Invece io ogni tanto lo penso e lo voglio scrivere perché che diamine mi ci ero affezionato e non voglio che la mia memoria mi tradisca. Me lo voglio ricordare, ve lo dovete ricordare, era uno di noi ed è morto.

Il suo tumblr è ancora qui.  Niente, ho finito, Michele lo sa che gliel’avevo promesso perciò ecco fatto.

Tags:

10 Commenti a “il post dedicato a blazar”

  1. marcantonio Scrive:

    che poi ci sian visti di sfuggita al suo funerale e tanta era la tristezza -figurati che io non ci avevo mai neanche scambiato una parola ma apprezzavo la sua “dietrologia” più che il judo e so che seguiva le pirlate che combinavo io con tumblr- che non c’è stata la forza di scambiarci che un semplice ciao
    io non me lo dimentico mica

  2. marcantonio Scrive:

    ci sian visti tu e io, che altrimenti può generar confusione quello che ho scritto e non mi par il caso

  3. adamo Scrive:

    sì mi ricordo il funerale come no…

  4. marcantonio Scrive:

    per fortuna non volevo far confusione, intendevo che non mi dimentico Blazar anche se non l’ho conosciuto di persona;
    sul funerale stendiamo un velo pietoso, già un funerale è triste di suo, quel prete che si arrampicava sugli specchi è riuscito a far entrare l’inverno che c’era fuori anche dentro le persone

  5. fatacarabina Scrive:

    Grazie, Adamo.

  6. Mitì Scrive:

    Anch’io ci penso spesso. Grazie tesoro :-*

  7. galatea Scrive:

    Bellissimo post. Triste, ma molto dolce. Averti come amico, anche solo di chat, deve essere una fortuna.

  8. adamo Scrive:

    grazie siete gentilissime con me!

  9. Nervo Scrive:

    Concordo pienamente con tutte le belle cose che ti son state scritte più su.

  10. gabrybabelle Scrive:

    sono commossa,traspare un sincero dolore per un amico che non c’è più - secondo me finché sarà nei tuoi pensieri e nel tuo cuore blazar ci sarà sempre

Lascia un Commento

Bad Behavior has blocked 195 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok