il post di Imma o’ scarrafone e Giggino o’ cazzone

2 marzo 2010

Imma, diciamolo, era racchia. Non è che io ne capissi molto di culo o di cosce, però il problema erano quei capelli a veliero e la barba. Sì sì ho capito povera ragazza, però Gesù aveva proprio la barba e l’endocrinologia era già stata inventata nel 1987. Imma era anche cretina. Andava dai ragazzi a mostrare le tette in cambio di una strusciata sulla patta dei jeans.

Pare che le tette le avesse non c’è male. Lo so perché in classe con me c’erano Valerio 2 litri, Mario solitario e Massimo 10 secondi e loro parlavano sempre di queste cose. Io non so come mi chiamavano ma non voglio tirare a indovinare. Insomma circolava voce che Imma si fosse fatta quello di 4B alla festa di Giulia. Pare che nel buio la barba non tanto desse fastidio, e poi non doveva mica baciare.

Quella mattina Imma aveva lo zaino dell’invicta così pieno di libri e vocabolari che pareva sul punto di partire soldato. I capelli, sempre a veliero. Allora fece una corsa con le mani sul petto a tener fermo lo zainone e patapumfete! inciampò sull’astuccio della solita sguaiata di Lina, così cadde a terra prima con la coscia destra, una specie di rallentatore, poi la sinistra la caduta da moviola proprio, e cadendo si girò a panza all’insù. Così rimase come uno scarafone quando lo giri sotto sopra, le braccia e le cosce che si muovevano e lo zainone pesante che le impediva di rivoltarsi. I capelli a coccinella.

Povera Imma. Noi a ridere.

Allora Giggino di terzaC passava lì davanti e non sapeva che Imma era racchia, cioè lo sapeva ma da lì non si vedeva che era lei. Così si fece avanti e l’aiutò a alzarsi. Noi a ridere, ma anche alla seconda ora. Anche alla terza. Giggino era un metro e novanta ed era stato bocciato 2 volte. Era imbecille però faceva il rappresentante d’istituto e pigliava a cazzotti i ragazzi cretini. Dice che la sorella la sfottevano perché aveva i denti rotti e così lui non sopportava queste cose. Allora disse non la sfottete più, ricchioni! Allora tutti si mortificarono e Imma entrò sotto la protezione di Giggino e cominciammo a sfottere Angela, che balbettava. Però non era racchia, anzi.

Che poi il soprannome di Giggino non ve l’ho spiegato come mai, ma penso che secondo me si capisce.

Tags:

2 Commenti a “il post di Imma o’ scarrafone e Giggino o’ cazzone”

  1. nikink Scrive:

    i capelli a veliero che diventan coccinella: visione assai bella, per davvero ,-P

    caro il mio caro carissimo, son sempre contento quando scrivi, sempre ti leggo lieto e sovente ti sciaro eppoi, siccome mi sai eremita dal social, io te li lasciassi pure, i cari vecchi commenti (tra poco ne scriveremo come dei telefoni a gettone) che tu altrove lamenti sian pochi, ma sai cosa mi frena? che non ci hai il mail alert, quindi uno o si segna il post come da leggere e ripassa ogni tot per due tre quattro giorni, poi dà per morto e ci rimane male se non trova risposta e ti compromette anche un po’ la salute con pensieri commendevoli, oppure decide di non tornare e mai saprà se c’è stata risposta, bafangù, niente bello

    io commento praticamente solo più dove trovo il mail alert, così seguo le discussioni, dove ci sono, e leggo le risposte ed eventualmente intervengo di nuovo, comodamente seduto ai cazzi miei, senza nodi al reader o post-it o salcazzo

    se vuoi più commenti, fallo, che poi, io almeno, ti si vuol piubbene, ancora di più, eh

    bacio ,*

  2. adamo Scrive:

    ciao nik non ti preoccupare per i commenti, lo so che mi leggi e mi segui con affetto, che ricambio come sempre. io stesso vengo qui di rado, poi mi accorgo che c’è qualcuno che mi ha scritto qualcosa ma ormai sono passati giorni e mi pento per non essere più assiduo sul mio stesso blog.
    in realtà cerco di capire bene che cosa più mi piace e mi interessa tenere di tutta la mia dispersiva presenza online, ma non ci sono ancora riuscito, purtroppo.
    grazie nik un caro saluto!

Lascia un Commento

Bad Behavior has blocked 79 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok