Posts Tagged ‘bancomat’

nei secoli fedele

15 maggio 2008

La sala d’attesa, lì dai carabinieri, è un cubicolo in legno che sembra un bunker. C’era una donna cui avevano rubato la borsetta (ma per fortuna le altre 2 carte di credito della sventurata erano nell’altra borsa); c’era un individuo di età imprecisata capace di pronunciare solo la “a“; una prostituta - incredibile, come nei telefilm! - e poi io, quello della carta clonata.

Il mio turno giunge dopo 45 minuti, perché si sa che per quei verbali ci vuole l’imprimatur. Il carabiniere è un maresciallo uscito dall’ufficio di Montalbano, coi capelli che andavano di moda nell’epoca di “sia-a-mo i watussi”. Mi chiede un documento, e poi nome e cognome. Io, che me li ricordavo, rispondo senza bruciare l’aiuto del pubblico.

Lui dice: bene, sei tu.  Sono dunque nelle mani del figlio segreto di Einstein.

Gli dico che mi hanno clonato la carta e lui mi chiede dove e quando precisamente. Dato che non lo so, mi chiede come faccio a sapere che me l’hanno clonata, e rispondo dicendo che ci sono stati 18 prelievi dal Sudafrica. Ovviamente mi chiede se sono stato in Sudafrica.

Dico no.
Lui allora mi chiede come faccio a sapere che i prelievi sono dal Sudafrica se non ci sono stato, ed io raccolgo le mie ultime speranze e dico che sull’estratto conto c’è scritto Johannesburg che è appunto Sudafrica. Con aria interrogativa, mi chiede se ho parenti a Johannesburg.

Prima di invocare un metorite sulla mia testa, mi armo di pazienza e rispondo alle domande che mi fa, che prevedono un “a che ora esatta c’è stato il primo prelievo” - “perché non se ne è accorto subito” - “sicuro che non è stato a casa di un sudafricano 2 settimane fa?” e per finire il commento del giorno:
“che poi non avevi mica molto sul conto: che te l’hanno clonata a fare?

Se sono qui tra voi è in virtù di qualche miracolo della genetica, che mi rende impossibile commettere omicidi a sangue freddo. (

M’hanno clonato la carta

12 maggio 2008

La banca: “sicuro che non è andato a Johannesburg questa settimana?“;
sicuro che non ha prestato la carta a qualcuno che è andato a Johannesburg?“”.

Domattina vado a fare la denuncia, mi metteranno a dura prova anche le domande della polizia mi sa.

Quando l’ho saputo, oggi, mi sono sentito poco bene. Faccio un sacco di sacrifici per spendere poco, già mi sento in colpa che i miei mi devono continuamente prestare i soldi ed ecco che nel giro di pochi giorni perdo quanto guadagno in un anno di cruciverba.

So che a volte i soldi sono restituiti, ma io non ho fiducia in questo genere di cose, secondo me se possono danno la colpa a me e non mi rendono un euro. Certo è che quando l’ho saputo oggi stavo per svenire. Sono tornato a casa e mi son messo a letto perché mi sentivo poco bene.
E’ da oggi che ho le vertigini. Mi sento solo molto arrabbiato ed amareggiato, e anche se non serve non mi frega niente, auguro ogni male a chi mi ha clonato la carta.

Bad Behavior has blocked 869 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok